Empire State Building tutto per me

12/11/2020



Esperienza unica: Empire solo per me

Ieri ho approfittato della bella giornata di sole e della temperatura ancora mite, qui a New York giornate così le chiamiamo Indian Summer, per salire sull'Empire State Building e visitare anche il 102mo  piano riaperto al pubblico dopo il restauro lo scorso 12 ottobre 2019... sembra una vita fa!

L'Osservatorio al 102mo piano è un vero gioiello e regala una esperienza completamente nuova e... unica, ma mai avrei pensato di avere l'intero piano tutto per me.

Salire al 102mo piano dell'Empire

Sempre da sola mi avvio all'ascensore che mi porta al 102mo piano. Pensare che eravamo tutti emozionati quando a ottobre del 2019 l'Empire State Building (ESB) aveva annunciato la sua riapertura, completamente reinventato da cima a fondo.

Il 102° piano è chiuso e climatizzato, ha ben 24 finestre alte più di 2 metri, ed è perfetto per tutte le stagioni. Regala una vista a 360 gradi della città e oltre, dal cuore di New York City.



L' Empire e i Newyorkesi

Superato il primo senso di sconforto nel trovare nessuna coda alla biglietteria, mi sono diretta agli ascensori...
La salita in solitudine assieme all'addetto mi da l'opportunità di fare due chiacchiere.

Ogni volta che ho visitato l'Empire (decine e decine di volte) sia con la famiglia, con la scuola e poi come guida con i miei clienti, tra le lunghe code e i tempi stretti non mi sono mai soffermata a parlare con il personale a parte il classico "Hey, how ya doing?" e "Have a great day, thank you for coming" ....
Invece ieri, per la prima volta,  ho avuto una "full conversations" con i miei fellow Newyorkers ....

Tra il personale c'è chi è nato in Costa Rica e poi arrivato a NYC, c'è chi è nativo di NYC ed è passato da Lower East Side (Manhattan) a Brooklyn o al Queens, c'è chi viene dal New Jersey.
Tutti parlano almeno due lingue, Inglese e qualcos'altro. Abbiamo parlato di come sono diverse le cose per via del COVID, di come tutti ci auguriamo che presto si ritorni alla normalità, proprio non vediamo tutti l'ora, ma anche di come i Newyorchesi stanno piano piano "riscoprendo" la loro città.
Nella totale assenza di turisti, sono proprio loro che vengono a visitare le attrazioni spesso considerate troppo turistiche per essere viste. Persone che magari vivono a poche ore di distanza dalla città e non sono mai venute in centro a visitare Manhattan e le sue icone, ora sono i nuovi visitatori dell'Empire.

L'assenza di code, della frenesia regolare, dei tempi stretti, ci permette di parlare, di scoprire le nostre storie e quante cose abbiamo in comune. Ovviamente parliamo di politica, delle nuove elezioni, di come hanno visto una New York in festa dal loro 86mo e 102mo piano lo scorso sabato alla notizia di Biden eletto come il 46mo presidente.

Insomma... - forse questa è una cosa che non molte persone sanno - a noi Newyorkesi PIACE parlare. Se è pur vero che passiamo in pratica la nostra vita lavorando e correndo da una parte all'altra, parlare con gli altri, anche se solo per 5 secondi in fila al supermercato, salendo sull'autobus o correndo alla subway, è una cosa che ci contraddistingue. I newyorkesi doc oltre ad amare la propria città, amano i loro fellow newyorkers;  è quel semplice "nodding" - cenno del capo - che ci si da l'uno con l'altro quando s' incrocia lo sguardo per strada, è quel roll of eyes - alzare gli occhi al cielo - quando sentiamo qualcosa di "anormale", è quella risata che condividiamo all'angolo della strada .... E ieri ho avuto il piacere di passare 2 orette su con loro, e se pur la veduta resta sempre incredibile, quello che ricorderò di più saranno le nostre chiacchiere ... come diciamo sempre:
WE ARE NEW YORK STRONG! OR THOUGH... come preferite! LOL







SI, ci auguriamo di tornare presto alla normalità, qui a New York abbiamo tanta voglia di tornare a dare il benvenuto a tutti!.

Per conoscere un po' della sua storia e qualche aneddoto:
Empire State Building - Alla scoperta dell'iconico edificio di King Kong